Politica editoriale

Ambito e orizzonte culturale
L’ambito culturale della collana è quello delle scienze storiche, archeologiche e dell’antichità, della storia dell’arte, della conservazione, della valorizzazione e del restauro dei beni culturali. L’ambito territoriale di riferimento è quello pertinente al mondo romano mentre quello cronologico, che pure ha come primo riferimento la storia e la cultura materiale di Roma e delle sue province, va a coprire anche i periodi precedenti alla conquista romana.
Particolare attenzione verrà riservata alle opere che tratteranno delle realtà provinciali della pars occidentis dell’Impero
e agli studi che tratteranno di aspetti collegati alla musealizzazione, al restauro dei monumenti, alle tematiche collegate alla valorizzazione dei giacimenti culturali materiali e immateriali.

Scopo
La collana si propone di incoraggiare, negli ambiti sopra identificati, la ricerca interdisciplinare sul mondo romano. Si propone inoltre di valorizzare le opere dei giovani ricercatori e in particolare quelle originate da lavori collegati ai dottorati di ricerca e alle tesi di specializzazione in archeologia e in storia.

Prodotti editoriali
I prodotti editoriali della collana verranno editi  nel formato cartaceo o in quello elettronico (o in entrambi).

Revisione dei pari
Ogni testo proposto per la pubblicazione è sottoposto in prima battuta alla lettura dei direttori della collana che ne verificano l’adeguatezza in relazione agli scopi e alle tematiche della linea editoriale.
Se a questa prima verifica il testo proposto corrisponde ad elevati standard di qualità viene avviato alla lettura di almeno due revisori secondo la procedura del doppio cieco.
Le tesi di dottorato sono escluse da questo secondo passaggio in quanto già sottoposte alla stessa procedura a cura dei collegi di dottorato in fase di valutazione finale.

Codice etico

Decisioni sulla pubblicazione
I direttori della collana sono i responsabili ultimi della decisione di pubblicare o meno i lavori proposti. Nell’assumere tale decisione, essi si avvalgono del supporto dei revisori e operano nel pieno interesse della collana al fine di migliorarne la qualità.

Correttezza
La direzione della collana valuta i lavori proposti per la pubblicazione in base al loro contenuto senza discriminazioni di genere, orientamento sessuale, religione, origine etnica, cittadinanza, orientamento politico degli autori.

Riservatezza
La direzione della collana si impegna a non rivelare informazioni sui testi proposti ad altre persone oltre all’autore e ai revisori.